Home / Prodotti / Miele
miele

Miele

Le particolari condizioni climatiche e territoriali del GAL I Sentieri del Buon Vivere, rendono quest’area ricca di fioriture utili al lavoro delle api, dalle spontanee alle foraggere, agli alberi da frutto che caratterizzano il territorio stesso.

Il miele, come per i vini e l’olio, è un prodotto strettamente legato al territorio. L’ambiente influisce notevolmente sulla qualità del prodotto finale, siccome le caratteristiche organolettiche, il profumo e il sapore derivano dalla pianta frequentata dalle api e quindi dal tipo di polline utilizzato per produrlo.

Il miele è sicuramente un prodotto locale di grande pregio, la cui produzione tradizionale tipica è caratterizzata diverse varietà monofloreali, più pregiate e dal sapore intenso, come il miele di acacia, miele di castagno, miele di sulla, mieli di eucalipto e il miele di millefiori, più delicato. Infatti, molte aziende praticano il nomadismo, spostando le arnie e seguendo le fioriture stagionali dell’area, per diversificare la produzione ed ottenere un prodotto di elevata qualità.

Il miele oltre a essere consumato fresco, è anche l’ingrediente principale di numerosi piatti della tradizione dolciaria.

Il miele di acacia ha un colore molto chiaro e un profumo leggero ma caratteristico; il suo sapore ricorda il profumo vanigliato dei fiori. Questo miele viene raccolto manualmente tra aprile e ottobre e viene lasciato a maturare per 3-4 settimane, dopodiché viene confezionato in contenitori di vetro e posto in commercio non oltre l’autunno dell’anno successivo a quello di raccolta.

Il miele di castagno è antichissimo e occupa un posto importante nella tradizione alimentare locale. Derivato dal nettare di fiori di castagno, questo miele ha un colore che varia dall’ambrato al marrone scuro. Ha un odore molto tipico, forte e penetrante e un sapore pungente lievemente amaro. Anche il miele di castagno non cristallizza e viene raccolto tra aprile e ottobre per poi essere confezionato in contenitori di vetro e posto in commercio entro l’autunno dell’anno successivo a quello di raccolta.

Il miele di sulla deriva da una pianta foraggiera caratteristica dei terreni argillosi e fiorisce a fine primavera con un bel fiore rosso, dal cui nettare si ricava il miele. È un miele molto chiaro, quasi bianco e cristallizza in pasta bianca e compatta con cristalli facilmente solubili. Il suo sapore è delicato e ha una gradevole nota vegetale.

Il miele di eucalipto deriva dall’omonima pianta, dal colore ambrato, spesso tendente al grigio e cristallizza in genere a grana molto fine e a consistenza estremamente compatta. L’odore è di intenso e pungente.

Il miele millefiori, come suggerisce il suo nome, si tratta di un tipo di miele costituito dal nettare di fiori diversi, le cui caratteristiche organolettiche variano, dunque, al prevalere dell’una o l’altra specie. Il prodotto è di colore giallo ambrato ed ha un sapore dolce e delicato. Il miele millefiori dopo l’estrazione e la centrifugazione deve decantare per soli 10 giorni, trascorsi i quali viene commercializzato in barattoli di vetro.

Nei comuni del GAL, secondo i dati ISTAT 2010, si contano 18 aziende produttrici esclusivamente di miele.

Areale di produzione

Tutto il territorio del GAL

Dove acquistare

Azienda Agricola Agrimell, Azienda Agricola Fontanavecchia, Azienda Agrituristica La Regina degli Alburni, Azienda Agricola Sorella Madre Terra, Colline del Sele e non solo

Check Also

prodotti da forno secchi

Prodotti da forno secchi

Nel territorio del GAL I Sentieri del Buon Vivere, dagli Alburni al Tanagro fino all’Alto ...